Automedicazione si ma senza abusarne

Parliamo di farmaci di automedicazione…tutti ne facciamo uso e pensiamo a volte che si possa curarsi da soli….ma consigliamo di farlo con attenzione!

Un mal di testa, una nevralgia, un mal di schiena sono quelli che comunemente chiamiamo disturbi lievi, passeggeri, che sappiamo non essere collegati a patologie serie, superabili efficacemente con i farmaci da banco.

Infatti i farmaci di libera vendita detti appunto di di automedicazione (con bollino rosso sulla confezione), se dispensati ed utilizzati correttamente, possono avere un ruolo importante nell’accrescere l’autonomia del consumatore. Meglio chiarire però che non si tratta di prodotti da assumere con “leggerezza” perchè “meno forti” o addirittura “innocui”.

Proprio per la loro efficacia l’uso sconsiderato di un farmaco da banco (Otc= Over the counter) o di un farmaco Senza Obbligo di Prescrizione (Sop), spesso imputabile ad un aumento delle somministrazioni giornaliere o ad un prolungamento oltre i limiti consentiti, non di rado finisce per creare problemi ancor più gravi. Poichè molta attenzione va anche posta alle interazioni e alle controindicazioni (bambini o donne in gravidanza), prima dell’assunzione e’ consigliabile sempre chiedere indicazioni al proprio medico o al farmacista, che conoscono o possono informarsi sullo stato di salute del paziente.